Epiutech è start up innovativa ex art. 25 della L. 221/2012, iscritta nell’apposita sezione speciale del Registro delle Imprese della CCIAA di Torino.
Si occupa di impianti di energia da fonti rinnovabili:

sviluppando una attività tecnica di supporto alla gestione degli stessi;

supportando il progetto ENERGIA POSITIVA una piattaforma informatica che permette di condividerne la produzione tra più soggetti.

Ci siamo posti un ambizioso obiettivo di sviluppo che ci permetta di raggiungere nel quadriennio 2016-2019:

la gestione di 220 impianti privati ed almeno 50 impianti condivisi;

l’adesione di almeno 1.700 nuclei familiari al progetto di Energia Positiva rendendoli in grado di produrre l’energia che utilizzano;

l’investimento in impianti da rendere successivamente disponibili per Energia Positiva;

l’investimento in impianti da gestire in proprio.

Per far questo, già in sede di costituzione, abbiamo deliberato un aumento di capitale aperto ai terzi per raccogliere le risorse finanziarie necessarie a garantire lo sviluppo programmato.

Epiutech ha gia raccolto nel corso del 2016 un capitale di € 375.000 e si pone l’obbiettivo di raccogliere entro il 31/12/2018 un capitale massimo di € 1.750.000.

Cerchiamo due tipologie di soci:

Soci operativi: persone interessate, nell’immediato o nel futuro, ad occuparsi dello sviluppo dell’attività apportando al gruppo le proprie professionalità ed il proprio entusiasmo; investimento a partire da € 10.000,00.

Soci finanziatori: persone interessate ad aiutare lo sviluppo del progetto apportando capitale; investimento a partire da € 50.000,00.

0
Importo target
0
Soci operativi
0
Soci finanziatori
0
Importo sottoscritto
0
Importo sottoscritto
0
Numero soci
0
Numero soci

Tutele/vantaggi per l’investitore:

  • Credito d’imposta 30% (decade se la partecipazione non è detenuta per almeno 3 anni)
  • Informazioni semestrali sul business fornite dalla start up stessa
  • Condizioni predeterminate di cessione delle proprie quote al gruppo di soci di riferimento
  • Diritto di cessione delle proprie quote in caso di vendita della società a terzi
  • Diritto di ripensamento di 10 gg

Rischi per l’investitore:

  • Difficoltà nella cessione a terzi della partecipazione detenuta
  • Nessun dividendo per 4 anni
  • Possibile perdita del capitale in caso di crisi dell’impresa
Per qualsiasi informazione contattaci